HOME | MAPPA DEL SITO | INTRANET | CONTATTO |
Top 5 articoli più letti nella scorsa settimana
Occasioni viste: 411
Preghiera per chiedere la sua intercessione
Occasioni viste: 325
Novena all’Amor Misericordioso
Occasioni viste: 115
Informazioni per i pellegrini
Occasioni viste: 76
La vita di Madre Speranza
Occasioni viste: 56
Testamento spirituale di Madre Speranza

Inicio » NOTIZIE » Maria, semplicemente, è Madre

Maria, semplicemente, è Madre
 

Canto di Esposizione

Introduzione, intenzione di preghiera
In questo mese di ottobre, dedicato a Maria, Madre di Dio e Madre nostra, vogliamo affidare a Lei la nostra preghiera perché il Signore susciti buone e sante vocazioni per la nostra Famiglia Religiosa.

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv2,1-11)
Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: "Non hanno più vino". E Gesù rispose: "Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora". La madre dice ai servi: "Fate quello che vi dirà". Vi erano là sei giare di pietra per la purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna due o tre barili. E Gesù disse loro: "Riempite d'acqua le giare"; e le riempirono fino all'orlo.

Disse loro di nuovo: "Ora attingete e portatene al maestro di tavola". Ed essi gliene portarono.  E come ebbe assaggiato l'acqua diventata vino, il maestro di tavola, che non sapeva di dove venisse (ma lo sapevano i servi che avevano attinto l'acqua), chiamò lo sposo e gli disse: "Tutti servono da principio il vino buono e, quando sono un pò brilli, quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono". Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

Adorazione personale

Commento

Dagli scritti di Madre Speranza
Gesù sapeva molto bene che, per procedere nel duro cammino della vita, noi avevamo bisogno dell’affetto di una madre. Si può dire infatti che, quando si possiede una madre, non esistono sofferenze insopportabili, perché il loro peso non grava soltanto su di noi, dato che lei sta sempre al nostro fianco per sopportare la parte più pesante. Ora Gesù, che conosce molto bene le necessità del cuore umano, ci fece dono della sua stessa Madre, avendo Egli già sperimentato sulla croce l’eroismo di una Madre così buona, insieme con la sua fedeltà, il suo amore e la sua vicinanza confortatrice.

Riccoriamo dunque a Lei con affetto e confidenza filiale, tenendo presente che Gesù, nel donarci come tale la Purissima Vergine, dotò il suo cuore di misericordia materna, affinché potesse meglio compatire le pene dei suoi figli.

Un’anima che ama la Santissima Vergine non deve aver timore di nulla, perché per noi lei è tutto: è Lei infatti che si incarica di preparare tutte le nostre offerte, prima di consegnarle a Gesù. (El Pan 2, 71-72)

Adorazione personale

Dalle parole di Papa Francesco
Maria è attenta, è attenta in quelle nozze già iniziate, è sollecita verso le necessità degli sposi. Non si isola in sé stessa, centrata nel proprio mondo, al contrario, l’amore la fa “essere verso” gli altri. Nemmeno cerca le amiche per commentare quello che sta succedendo e criticare la cattiva preparazione delle nozze. E perché sta attenta, con la sua discrezione, si rende conto che manca il vino. Il vino è segno di gioia, di amore, di abbondanza. Quanti adolescenti e giovani percepiscono che nelle loro case ormai da tempo non c’è più di quel vino! Quante donne sole e rattristate si domandano quando l’amore se n’è andato, quando l’amore è colato via dalla loro vita! Quanti anziani si sentono lasciati fuori dalle feste delle loro famiglie, abbandonati in un angolo e ormai senza il nutrimento dell’amore quotidiano dei loro figli, dei loro nipoti, pronipoti! Maria non è una madre che “pretende”, nemmeno è una suocera che vigila per divertirsi delle nostre inesperienze, dei nostri errori o delle disattenzioni. Maria, semplicemente, è madre! È presente, attenta e premurosa. E’ bello ascoltare questo: Maria è Madre.

Maria però, in quel momento in cui si accorge che manca il vino, si rivolge con fiducia a Gesù. Questo significa che Maria prega. Non va dal maggiordomo, ma presenta direttamente la difficoltà degli sposi a suo Figlio. Ella ci insegna a porre le nostre famiglie nelle mani di Dio; ci insegna a pregare, alimentando la speranza che ci indica che le nostre preoccupazioni sono anche preoccupazioni di Dio.

E, alla fine, Maria agisce. Le parole: “Fate quello che vi dirà” (v. 5), rivolte a quelli che servivano, sono un invito rivolto anche a noi, a metterci a disposizione di Gesù, che è venuto per servire e non per essere servito. Il servizio è il criterio del vero amore. Chi ama serve, si mette al servizio degli altri. E questo si impara specialmente nella famiglia, dove ci facciamo per amore servitori gli uni degli altri. In seno alla famiglia, nessuno è escluso, tutti valgono lo stesso. (Papa Francesco Viaggio Apostolico in Ecuador – 6 luglio 2015 Santa Messa per le Famiglie)

Adorazione personale

Domande per la riflessione:
1.    “Nella famiglia si impara a chiedere permesso senza prepotenza, a dire “grazie” come espressione di sentito apprezzamento per le cose che riceviamo, a dominare l’aggressività o l’avidità, e lì si impara anche a chiedere scusa quando facciamo qualcosa di male, quando litighiamo.” Sappiamo perdonare, chiedere scusa, dire grazie?

2.    Sull’esempio di Maria, siamo capaci di metterci a disposizione di Gesù, consapevoli che il servizio è il criterio del vero amore?

Canone “Misericordias Domini in eternum cantabo”

Gesto: Offrire un mistero del S. Rosario per un giovane in particolare.

Canto Vocazionale

Preghiera per le vocazioni
O Maria Mediatrice di tutte le grazie,
al tuo cuore affido l’anima mia tanto povera,
custodiscila tu che sei mia Madre;
io sono sicuro del tuo tenero amore.
Consola gli infermi e i tristi.
In te confido e a te completamente mi dono.
Salvaci tutti per amore di Gesù.
Maria, rifugio e protezione della mia povera anima,
raccomandala all’Amore Misericordioso.

Intenzioni particolari
Preghiamo insieme: Maria, Madre di Misericordia, prega per noi

1.    Per tutti i giovani in ricerca vocazionale affinché possano essere attenti ascoltatori della Parola di Dio;

2.    Per le famiglie perché sull’esempio di Maria possano essere presenti, attente e premurose verso i loro figli;

3.    Per i Sacerdoti, religiosi e religiose in difficoltà, perché possano con fiducia ricorrere all’amore materno di Maria certi di avere una Madre pronta a sostenerli.

Preghiamo con la Beata Madre Speranza
Vergine santissima, vera madre di tutti gli uomini, accoglimi sotto la tua materna protezione per amore del tuo divin figlio; da oggi, divieni madrina della mia nuova vita spirituale e della mia fedeltà. Sii per sempre la mia speciale e tenera madre, la mia benevola procuratrice nella vita presente e ricevimi fra le tue braccia nell'ora della morte. (El Pan 18, 789)

Canto di adorazione

Benedizione Eucaristica

Canto finale a Maria

 


CON CUORE RICONOSCENTE…
CON CUORE RICONOSCENTE…
Top 5 più letti della settimana
Occasioni viste: 36
DATA DELLA BEATIFICAZIONE DI...
Occasioni viste: 16
ESERCIZI SPIRITUALI 2013
Occasioni viste: 13
I pioneri FAM alla scoperta...
Occasioni viste: 12
ESERCIZI SPIRITUALI AAM
Occasioni viste: 11
Amici, Padrini e Madrine...GRAZIE
Ultimi eventi

Recenti articoli

 
 
Home | Contatto | Mappa del sito | Registrazione | Registro Vocazionale Copyright ©2008- Famiglia dell' Amore Misericordioso
eXTReMe Tracker